CAPITOLO SECONDO

LE LETTERE

Segno ed espressione dell'influente personalità dell'autore e del suo zelo apostolico, l'epistolario agostiniano è ricco di contenuto storico, filosofico, teologico, esegetico, spirituale, letterario e autobiografico. Le lettere sono molte e spesso lunghe come trattati; costituiscono un commento prezioso delle opere in libri e un aiuto talora insostituibile per capire le questioni e le controversie di quel momento inquieto e decisivo, particolarmente per quella donatista e quella pelagiana. I Maurini ne pubblicarono 270, delle quali 53 dirette ad Agostino e 9 da lui incluse tra gli opuscola in libris. Più tardi ne furono scoperte altre 6 1. Ultimamente sono state ritrovate e pubblicate altre 29 lettere 2.

Abbracciano un periodo di oltre 40 anni (dalla fine del 386 al 430).

I Maurini le distinsero in quattro classi:

1. Epistulae 1-30: dalla conversione alla consacrazione episcopale;

2. Epistulae 31-123: da quella data alla conferenza del 411;

3. Epistulae 124-231: dal 411 alla morte;

4. Epistulae 232-270: di data incerta.